I disturbi dell'apprendimento

scritto da: Dott.ssa Cacace | data: 02/09/2012 15:00:00 | 0 commenti

Lo scopo di questo articolo è quello di dare una panoramica generale di quali siano i disturbi dell’apprendimento. Non scenderò nel particolare di ciascuno in quanto il mio obiettivo è quello di offrire maggiori informazioni alle persone che si trovano a contatto con bambini o ragazzi che accusano questi disturbi, se volete approfondirne le conoscenze potete leggere gli articoli relativi nella Sezione “Disturbi dell’apprendimento”. Per consentirvi di cogliere al meglio i concetti, è fondamentale una visione d’insieme dei disturbi trattati.

I bambini con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) si caratterizzano dal fatto di mostrare gravi difficoltà nell’ambiente scolastico, mantenute nel tempo, non riferibili ad un chiaro fattore esterno (demotivazione, ambiente sociale, handicap o cattivo insegnamento): sono problemi che sembrano avere una fisionomia intrinseca. Parliamo di disturbi specifici di lettura (le cosiddette dislessie evolutive), calcolo (discalculie) e scrittura (disgrafie, disortografie); questi problemi non sono dovuti al fatto che il bambino si sia trovato in condizioni che gli abbiano pregiudicato questi apprendimenti, ma ad una difficoltà “propria”, e talvolta altamente specifica nell’acquisire quel determinato apprendimento.

Le prime ricerche sperimentali sui DSA in passato si sono soffermati soprattutto su i sopracitati 3 tipi di disturbi, legati ai primi apprendimenti scolastici: lettura, scrittura e calcolo. Tuttavia oggi viene rivolta sempre più attenzione anche a disturbi che implicano stadi successivi dello sviluppo dell’apprendimento e non meno importanti (come la comprensione del testo, la soluzione di problemi, le abilità di studio).

I Disturbi dell'Apprendimento possono essere diagnosticati somministrando dei test standardizzati e individuali, e riscontrati qualora i risultati siano significativamente al di sotto della media ponderata all’età, all'istruzione ed al livello di intelligenza. Tali test sono somministrabili unicamente da psicologi, psicoterapeuti o neuropsichiatri poiché solo queste figure sono autorizzate alle diagnosi, siano esse facenti parte di strutture pubbliche o private.

I problemi di apprendimento interferiscono in modo significativo con i risultati scolastici e con tutte quelle attività quotidiane che richiedano capacità di lettura, di calcolo, o di scrittura. E’ importante che tali disturbi vengano differenziati da normali variazioni nei risultati scolastici e da difficoltà dovute a mancanza di opportunità, insegnamento scadente, o fattori culturali.

Un'istruzione inadeguata infatti può avere come risultato una scadente prestazione ai test di rendimento. Alcune volte questi ultimi potrebbero evidenziare delle carenze non dovute a disturbi veri e propri ma invece a delle situazioni “particolari”: ad esempio bambini con retroterra etnico o culturale diverso rispetto alla cultura scolastica prevalente, che seguono i loro studi in lingue diverse dalla lingua madre oppure ancora bambini che hanno frequentato scuole dove l'insegnamento è stato inadeguato. 

I bambini che vivono queste situazioni possono anche essere a rischio maggiore di assenteismo scolastico dovuto a malattie più frequenti, ambienti di vita impoveriti o caotici senza però che abbiano realmente un DSA. Le circostanze possono essere molto varie, e il primo step del lavoro di un professionista sta nel riuscire a distinguere una situazione di “disagio” da una che rappresenti realmente un DSA.

Altre situazioni “particolari” si hanno quando il bambino soffre di una compromissione visiva o uditiva che può danneggiare la capacità di apprendimento (dovrebbe essere studiata con test di screening audiometrico o visivo), oppure quando si riscontra un Ritardo Mentale, in cui le difficoltà di apprendimento sono proporzionate alla compromissione generale del funzionamento intellettivo. In caso siano presenti questi deficit, un Disturbo dell'Apprendimento può essere diagnosticato solo se le difficoltà di apprendimento vanno al di là di quelle solitamente associate a quei deficit.

Spesso alcuni disturbi sono in qualche modo correlati, cioè si presentato insieme: il Disturbo del Calcolo e il Disturbo dell'Espressione Scritta insorgono assai frequentemente in associazione con il Disturbo della Lettura.

Oltre ai DSA esistono i cosiddetti DSL, ovvero i disturbi specifici del linguaggio. Questi si caratterizzano per una significativa limitazione della competenza linguistica, nonostante non siano presenti fattori limitanti come sordità o ipoacusia, danni neurologici come l’epilessia, o deficit intellettivi.

Spero che questa panoramica sia stata abbastanza chiara e sintetica, nel caso vogliate chiarimenti o approfondimenti non esitate a scrivere commentando l’articolo, sarò qui per rispondere.

Il tuo commento è stato inserito correttamente.
Grazie per aver condiviso la tua esperienza.
Non è stato possibile inserire correttamente il tuo commento.
Il messaggio che hai inserito non è stato eliminato dalla pagina quindi puoi riprovare a postarlo senza doverlo riscrivere (troverai i campi già compilati con i valori da te inseriti).

Se anche con un nuovo tentativo non riesci a postare il commento ti consigliamo di copiarlo e provare in un secondo momento.
Ci scusiamo per il disagio.

A seguito di ogni errore riceviamo automaticamente una segnalazione.
Cercheremo di risolvere il problema il prima possibile.

Staff tecnico
La tua email è stata inviata correttamente.
Grazie per averci contattato.
Non è stato possibile inviare correttamente la tua email.
Il messaggio che hai inserito non è stato eliminato dalla pagina: riaprendo il form di invio email troverai le tue informazioni salvate, puoi tentare un ulteriore invio.

Se anche con un nuovo tentativo non riesci a inviare la mail ti consigliamo di copiare il testo e inviarla dalla tua casella di posta verso d.cacace@icoloridellapsicologia.it

Ci scusiamo per il disagio.

Staff tecnico

Nessun commento all'articolo




Al momento non è possibile inserire tag html nel form
Contribuisci a far crescere il blog, condividi un'esperienza, può essere interessante per tutti!
Al momento non è possibile inserire tag html nel form
Spedisci una copia della mail al mio indirizzo